Continua a crescere la richiesta di affitti brevi per l’estate 2022

Continua a crescere la richiesta di affitti brevi per l’estate 2022

Tra i settori in continua crescita, nel mondo immobiliare, troviamo gli affitti brevi. Infatti anche nel 2022 si prevede un trend positivo che conferma come la formula affitto breve sia sempre più apprezzata da inquilini e proprietari.

Anche quest’anno dunque le case vacanza sono pronte ad accogliere un gran numero di persone, con una tempistica dei soggiorno addirittura superiore, seppur di poco, rispetto allo scorso anno.

Già da questa primavera ci si attende un boom di prenotazioni per l’estate 2022, sia dagli italiani che dai turisti stranieri. Grazie soprattutto alla possibilità di prenotare facilmente online, come ad esempio gli affitti a Messina di cui si possono avere maggiori informazioni a questo indirizzo web https://www.offrocasa.com/affitti-messina.html.

Cosa significa affitti brevi?

Gli affitti brevi oggi rappresentano un vero e proprio business, la crescita esponenziale spinge sempre più investitori ad acquistare immobili proprio per adibirli come alloggi ad uso transitorio. Le percentuali di crescita del settore affitti brevi ha subito un’impennata straordinari in questi ultimi anni ed è riuscito a resistere anche alla crisi legata alla Pandemia.

Infatti negli ultimi due anni si è assistito ad un ulteriore incremento della domanda di immobili con la formula affitto breve, tanto è vero che sono aumentati anche le disponibilità sul mercato, proprio per riuscire a far fronte alle moltissime richieste che arrivano da Italia e estero.

Infine una forte spinta al settore arriva dalla facilità a livello contrattuale e di posizionamento sul mercato. Infatti appare evidente che affittare un immobile per un periodo breve sia straordinariamente più semplice rispetto alla gestione dello stesso immobile con modalità di affitto a lungo periodo. Inoltre le tante piattaforme online consentono di poter posizionare sul mercato l’appartamento ricevendo un gran numero di richieste da parte di potenziali clienti, creando quindi un giro d’affari immenso.

Affitti brevi, le previsioni per il 2022

Dunque il 2022 è l’anno in cui il business degli affitti brevi crescerà ulteriormente, le aspettative da parte degli operatori del settore sono elevate e i primi dati relativi alle prenotazioni sono estremamente confortanti e indicano chiaramente che quest’anno ci sarà un aumento di richieste rispetto al 2021.

Inoltre è innegabile che la Pandemia ha cambiato radicalmente le esigenze dei viaggiatori, in termini di alloggi. Infatti i turisti tendono a spendere cifre superiori rispetto al passato per scegliere con cura la casa in cui passare le vacanze.

Ad oggi il 2021 ha rappresentato l’anno migliore in assoluto, a livello di incassi. Addirittura superiori al 2019 quando la Pandemia non esisteva e questo la dice lunga su quanto il business degli affitti brevi sia solido. Non bisogna comunque dimenticare che il 2021 è stato un anno in cui erano ancora presenti numerose restrizioni che nel 2022 sono estremamente più leggere, ed è per questo che ci si attende un ulteriore aumento del giro d’affari nei prossimi mesi.

Affitti brevi, cosa cercano i viaggiatori

Come detto, dunque, oggi sono cambiate le esigenze dei turisti per quanto riguarda la scelta dell’alloggio. Infatti la spesa media è sensibilmente aumentata.

Anche a causa della Pandemia i turisti preferiscono prendere in affitto delle case isolate, in zone tranquille. Sono aumentate le richieste di locazione per le ville, in modo tale da dividere le spese con amici o parenti. Alto interesse anche per le residenze storiche. Ad ogni modo sempre più persone si spingono alla ricerca di soluzioni tranquille per godere di una vacanza nel completo relax, lontano dai problemi quotidiani.

Grande richiesta anche per comfort di vari tipi, ad esempio sono sempre di più i turisti che cercano una soluzione con piscina, giardino nel quale organizzare grigliate e feste e almeno tre bagni per avere la propria intimità ed evitare quanto più possibile di favorire il contagio causa Covid.

L’idea dei viaggiatori è quella di prevenire problemi legati ad eventuali restrizioni per la Pandemia, creando quindi un ambiente più intimo ed è per questo che decidono di spendere molto di più rispetto al passato.

Alberto