Tour in abruzzo: cosa vedere

Tour in abruzzo: cosa vedere

L’Abruzzo è una delle regioni italiane con la maggior varietà di paesaggi ed una storia lunghissima che risale al periodo preromano e che l’ha vista per tutto il medioevo protagonista di vicende e avventure di cavalieri e conquistatori.

L’aspra natura, con le montagne altissime a poca distanza dal mare e le coste che passano dall’essere alte e rocciose fino a diventare spiagge di sabbia finissima, offrono tantissime occasioni per chi è in cerca di una meta per un viaggio all’insegna di cultura, gastronomia e natura, sia d’estate che d’inverno.

È quasi impossibile riuscire a scrivere tutto ciò che c’è da vedere in questa regione, cerchiamo però di capire quali sono i luoghi e gli scorci che non si possono assolutamente perdere. Che il nostro tour in Abruzzo abbia inizio!

La costa e i suoi trabocchi

Incominciamo il nostro viaggio partendo dalla costa. Nella parte meridionale della regione s’incontrano i trabocchi fra Francavilla a Mare e San Salvo dove queste antiche macchine per la pesca con le reti punteggiano il paesaggio ed in alcuni casi sono ancora utilizzate dagli abitanti.

Si tratta di una zona perfetta per chi vuol godersi un mare azzurrissimo in tutta tranquillità, anche perché molte parti del litorale si trovano all’interno di aree protette e quasi incontaminate. Lungo la costa c’è anche una pista ciclabile in fase di completamento, che consente di visitare questa zona in maniera completamente eco-friendly, godendo la pace e la tranquillità.

Montagne incontaminate e antichi borghi

A l’Aquila, capoluogo della regione, riaperta da dopo aver subito ingenti danni a causa del terremoto, appena fuori dalla cinta muraria della città si trova uno dei suoi edifici più belli, la basilica di Collemaggio.

Andando in provincia, nel silenzio del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga si trova Rocca Calascio, un antico castello diroccato a 1464 m di altezza e che un tempo proteggeva un borgo, attualmente disabitato. Una curiosità su questo posto è che qua du ambientato anche il famoso film Lady Hawk.

Sul sentiero che porta alla rocca abbandonata c’è anche la chiesa di Santa Maria della Pietà che secondo la leggenda fu fondata dove un gruppo di banditi furono sconfitti dagli abitanti di questa zona.

A pochi chilometri di distanza dalla rocca si trova il borgo Santo Stefano di Sessanio, costruito completamente con la roccia di queste montagne e che grazie ad un progetto per il recupero delle comunità montane vanta un albergo distribuito. Qua ci si può fermare a dormire, immersi in un’atmosfera che sembra essersi fermata nel medioevo.

Proseguiamo il nostro tour in Abruzzo restando sempre in provincia de l’Aquila, nel comune di San Demetrio dei Vestini si trova un complesso di grotte carsiche vecchie più di 600000 anni con cascate e laghi sotterranei e che si possono visitare con le guide.

Non molto distante da queste meravigliose grotte si trova il lago di Sinizzo con percossi natura e trekking oltre ad un’area picnic attrezzata, ideale per riposarsi dopo le fatiche dell’esplorazione delle grotte.

Trekking e relax

Nei boschi della Majella a 700 metri di altezza si trova l’eremo di San Bartolomeo in Legio, nel comune di Roccamorice provincia di Pescara, per la precisione nel versante nel vallone di Santo Spirito. È un luogo estremamente tranquillo e ideale per riequilibrarsi, lontani dal caos della città.

Da non perdere assolutamente per gli appassionati di trekking il Gransasso dove la natura incontaminata si sposa a piste attrezzate e ben segnate del CAI. Potete anche trascorrere la notte sul Corno Grande e raggiungere Campo Imperatore con la scoprirete un altopiano di estrema bellezza, immerso in un silenzio assoluto.

Da vedere anche il lago di Scanno nella parte sud occidentale della Valle del Sagittario vicino al paesino di omonimo, molto caratteristico e tranquillo. Nel borgo di Villalago sempre nella Valle del Sagittario ogni anno potrete ammirare il presepe subacqueo. In questa valle si trova anche l’area naturale delle gole del Sagittario con 400 ettari tra rupi altissime e sorgenti di acqua purissima.

Nel comune di Anversa degli Abruzzi si può visitare anche la diga di San Domenico a Villalago e il paesino di Cocullo, dove ogni anno il primo maggio si tiene la tradizionale festa dei Serpari, per la festa di San Domenico, patrono della cittadina. Nei giorni che precedono questa data gli abitanti del paese si aggirano per le campagne in cerca di serpenti da esporre durante la processione.

Laghi, rovine e formazioni rocciose

Sul borgo medievale di Roccascalegna incombe il castello omonimo, restaurato di recente e dalle cui torri si può godere una vista mozzafiato delle altissime montagne che lo circondano.

Ai piedi del monte velino è possibile visitare I resti della città romana di Alba Fucens ormai ridotta in rovine, con un passato importantissimo sia in epoca romana che durante il medioevo.

In provincia di Teramo ci sono a calanchi di Atri, per gli amanti dei paesaggi lunari ed unici, dove la roccia viene modellata dall’azione dell’acqua per creare immagini suggestive con formazioni geologiche aguzze che sembrano uscite dalla penna di un disegnatore di fantascienza.

Circondato dai monti Greco e Sterpi d’Alto troverete un paesino che si affaccia su un bellissimo lago dalle acque trasparenti, Barrea, se siete appassionati di trekking non molto impegnativo in mezzo a boschi freschi e tranquilli.

Potrete raggiungere la Valle d’Arano dove si trova uno dei canyon più belli d’Italia, le gole di Celano, con i ruderi di un antico monastero. Qua è possibile partecipare ad una visita subacquea guidata per vedere da vicino le antiche rovine dei mulini e del colorificio. Infatti qua si trova un bacino artificiale, il lago Capodacqua, che contiene questi edifici sommersi.

Anche la provincia di Chieti offre occasioni interessantissimi e scorci meravigliosi come San Vito Chietino, un paese che sorge su una collina che digrada verso il mar,e dove si trova un’antica chiesa. A poca distanza c’è il castello di Roccascalegna, nell’entroterra, inerpicato su uno sperone roccioso.

È da poco stato completamente restaurato ed è possibile visitarlo per godere della vista sulle montagne e sulla valle, con le sue caratteristiche case di sasso.

Cultura e divertimento

In Abruzzo, a pochi minuti dalla costa trova il parco avventura della Majella a Guardiagrele con oltre 250 giochi sospesi, ponti tibetani e tunnel tirolesi. Un bellissimo posto dove passare una giornata coi bambini, che potranno anche partecipare a tantissime attività creative da fare nel bosco.

L’Abruzzo è una regione che può essere visitata a tantissimi livelli, scegliendo arte, cultura, natura oppure gastronomia, che offre risorse uniche ed una cucina estremamente variegata. In quest’ottica da non perdere assolutamente la visita città di Sulmona famosa per la fabbricazione dei confetti e Montepulciano dove viene prodotto uno dei vini più famosi al mondo.

Le nostre proposte per un tour in Abruzzo finiscono qui ma siamo sicuri che questa regione saprà offrire questo e molto altro ai viaggiatori più curiosi ed attenti.

Francesca