Come diventare una guida turistica in Abruzzo

Come diventare una guida turistica in Abruzzo

Sarà capitato, soprattutto, ai più curiosi e a coloro che nutrono una vera passione nei confronti della storia che si nasconde dietro ad ogni bene culturale che offre il nostro Paese, di chiedersi quale sia la professione che bisogna esercitare per far conoscerli a tutti.

La professione in questione è semplicemente chiamata: guida turistica.

Come si fa a diventare una guida turistica in Abruzzo? Qui di seguito abbiamo raccolto tutte le informazioni necessarie.

Abruzzo: Diventare una guida turistica

Per diventare una guida turistica, bisogna nutrire una vera passione nei confronti della storia che si cela dietro ogni bene culturale che l’Italia possiede. Bisogna poi possedere l’arte di saperla raccontare a tutti coloro che sono spinti dalla curiosità di volerla conoscere.

Ma nutrire una semplice passione non è abbastanza, per diventare una guida turistica, infatti è necessario possedere un’apposita qualifica, come prevede l’articolo 33 della legge regionale n. 39 del 1987.

Per poter esercitare la professione di guida turistica in Abruzzo prevede che l’interessato presenti la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), solo se ha almeno uno dei requisiti di seguito riportati:

  • Aver superato l’esame di abilitazione nella Regione Abruzzo
  • Possedere l’attestato di qualifica post-diploma di guida turistica riconosciuto ai sensi delle leggi regionali vigenti
  • Avere l’abilitazione conseguita presso altra regione o provincia autonoma, o iscrizione all’albo della regione di provenienza se previsto.
  • Non avere condanne penali

Esame e patentino

Per diventare una guida turistica è necessario passare un esame, che permetterà di conseguire il patentino di abilitazione. Bisogna essere maggiorenni e in possesso del diploma di laurea triennale.

L’esame consiste in una prova scritta, una prova orale e una di tipo tecnico-pratico. Ogni Regione stabilisce le sessioni di esame bandi, pubblicati ogni due anni.

Come si presenta la domanda per guida turistica in Abruzzo

Il soggetto interessato, potrà presentare la SCIA telematicamente seguendo l’apposita procedura, allo Sportello Unico per le Attività Produttive nel comune competente (solitamente il comune di residenza del soggetto interessato).

Questo modulo va allegato assieme al documento di richiesta d’iscrizione all’elenco delle guide turistiche, in questo caso, della regione d’Abruzzo.

Sarà compito dello Sportello Unico per le Attività Produttive del proprio comune, ad avviare e concludere la pratica in questione.

Durante la procedura SCIA,la regione in questione effettua tutti i dovuti controlli in merito e al termine delle dovute verifiche, di ciò che ha dichiarato il soggetto interessato, emetterà un parere:

  • provvedimento positivo: il soggetto verrà regolarmente iscritto nell’elenco regionale delle Guide Turistiche;
  • mentre, nel caso di provvedimento negativo: il soggetto non verrà iscritto e di conseguenza non gli sarà permesso legalmente di esercitare la suddetta professione.

È importante specificare: una volta che, il soggetto interessato, compila la procedura prevista dalla SCIA, è pienamente responsabile al livello penale di tutti i requisiti da lui dichiarati, qualora abbia dichiarato del falso rischia di perdere eventuali benefici ottenuti.

Periodo di validità degli iscritti all’apposito elenco regionale abruzzese delle Guide Turistiche
Com’è previsto dalla legge regionale articolo 7 n. 9 del 2015, la validità di ogni soggetto regolarmente iscritto all’elenco regionale abruzzese delle Guide Turistiche, è di cinque anni.

Al termine del quinto anno, il soggetto che intende continuare ad esercitare la professione da guida turistica, dovrà procedere ad un rinnovo della domanda, entro e non oltre trenta giorni prima della data di scadenza.

Il soggetto che non rinnova, entro il termine, la richiesta di iscrizione all’apposito elenco, verrà cancellato dal servizio competente della regione in questione.

Per coloro i quali, invece, hanno intenzione di non esercitare più l’attività di guida turistica in Abruzzo, potrà chiedere la propria cancellazione dall’elenco.

Inoltre, per quanto riguarda possibili aggiornamenti relativi ai dati anagrafici del soggetto e non solo, sarà possibile farlo in qualsiasi momento nell’arco dei cinque anni.

Cosa fa una guida turistica

Una guida turistica potrà accompagnare tra le bellezze dell’Abruzzo, gruppi o persone attraverso la scoperta di

  • opere d’arte;
  • mostre;
  • gallerie;
  • scavi archeologici;
  • musei;
  • parchi;
  • itinerari turistici;
  • e infine illustrare varie attrattive (artistiche, storiche, paesaggistiche, naturali, monumentali, produttive ed etnografiche).

I luoghi da scoprire in Abruzzo sono moltissimi e di vario interesse. Il sito del Touring Club offre tantissime informazioni su cosa vedere e scoprire, ti guiderà attraverso una mappa turistica divisa per province.

Corsi per guida turistica: i manuali più acquistati sul web

Ecco alcuni dei Manuali di preparazione per guida turistica che potrebbero esserti utili per studiare:

Alberto