Alta quota: consigli per escursioni in montagna

Alta quota: consigli per escursioni in montagna

I viaggiatori che partono per una escursione in alta montagna dovrebbero sempre informarsi su tutto quello che c’è da conoscere circa il percorso che si andrà a percorrere e gli eventuali problemi che si potrebbero presentare in alta quota. Chiaramente un trekker deve sapere bene che prima di partire per un’escursione del genere che c’è bisogno di un allenamento costante e che chi non si allena da tempo deve capire che sarà meglio rimettersi in ottima forma atletica prima di partire a fare trekking. Dopo questa doverosa premessa, vediamo quali sono le altitudini delle scalate in montagna ed alcuni consigli pratici che tutti i trekker dovrebbere conoscere e mettere in atto.

Le altitudini

Generalmente le altitudini sono classificate in:

  • Alta quota – da 1500m a 3500m
  • Altissima quota – da 3500m a 5500m
  • Altitudine estrema – superiore a 5500m

Quando si parla di escursioni in alta montagna solitamente le altitudini considerate sono sempre a partire dai 2500 metri in su. L’altezza media di una escursione è comunque di 3 mila metri sopra il livello del mare e le fuoriuscite a quote superiori sono di durate brevi e normalmente non superano le 24 ore. Questo perchè le condizioni climatiche diventano sempre più rigide a quote più alte.

Idratazione e alimentazione

Durante le escursioni in alta montagna è bene essere preparati su cosa bere e quali alimenti sono adatte per queste particolari condizioni. Bere molta acqua è uno dei migliori modi per aiutare il proprio corpo ad adattarsi alle altitudini molto elevate dove bassa umidità, vento ed esposizione al sole possono portare l’aria a diventare secca. Per quanto riguarda l’alimentazione, si devono mangiare cibi ricchi di potassio, come banane, avocado, broccoli o granola con datteri o altra frutta secca, per bilanciare l’assunzione di sale e mantenere buoni livelli di elettroliti.

Alta quota vs bassa quota

C’è una sostanziale differenza tra le attività eseguite in alta quota rispetto alle stesse eseguite a bassa quota. Infatti molte operazioni per le quali si potrebbe essere abitutati, potrebbero essere più intense se svolte ad alta quota rispetto a quando vengono svolte a terra, al livello del mare. Ad esempio, al livello del mare potrebbe essere facile camminare o andare in bicicletta anche per 10 chilometri al giorno, mentre in alta montagna anche raggiungere 5 chilometri potrebbe essere una sfida. Un altro esempio è l’assunzone dell’alcol: gli effetti potrebbero risultare amplificati in maniera piuttosto elevata, quindi meglio evitare di bere qualsiasi tipo di bevande che contengono alcol durante le proprie escursioni in montagna.

Prepararsi ai diversi microclimi

Quando si fa un’escursione in alta quota, durante il tempo di esposizione si potrebbero registrare diverse situazioni climatiche anche a distanza di poche ore. Vestirsi a cipolla, ovvero a strati, aiuta in queste situazioni ad adattarsi ai diversi microclimi che si possono presentare, avendo cosi la possibilità di indossare indumenti più leggeri quando il sole si fa più forte, e vestiti più pesanti quando non c’è più sole ed il freddo in alta quota si fa sentire. Inoltre sono altamente raccomandati creme per la protezione della pelle, balsami per le labbra, occhiali da sole e altre precauzioni contro il sole ed il freddo.

Soggetti con problemi di salute

Per gli escursionisti in alta quota che hanno problemi di salute preesistenti (come ad esempio asma o ipertensione arteriosa) è consigliato consultare prima un medico in merito ai piani di viaggio ad alte quote, per conoscere preventivamente quali sono le complicazioni che potrebbero sorgere. In via precauzionale questi soggetti dovrebbero comunque portarsi sempre dietro le medicine quando partono per un’escursione in alta montagna. Ovviamente in caso di problemi durante il viaggio, sarà necessario avvisare tempestivamente i compagni di viaggio del problema in modo da trovare al più presto una soluzione. Se i sintomi peggiorano sempre più sarebbe opportuno scendere il prima possibile.

Alberto